Meet Up Bologna – Il mining, l’ossatura delle blockchain POW

ITForum 2018 – Blockchain & dintorni
giugno 24, 2018
Swissquote – Milano Trading Summit
giugno 26, 2018

Continua senza sosta il nostro ‘tour de force’ sugli eventi che riguardano la blockchain (sia su argomenti tecnici e tecnologici che su aspetti più legati agli impatti socio/economici ed al business).

Questa volta siamo andati a Bologna per partecipare al Meet Up organizzato da BitcoinBologna, non è il primo a cui partecipiamo organizzato da loro perché (campanilismo a parte) dobbiamo riconoscere che il gruppo di Bologna è molto attivo e propositivo; e questo può essere uno spunto di riflessione per prendere stimolo ed idee per organizzare qualcosa di analogo anche a Firenze o meglio a livello Toscana.

L’argomento del Meet up lo puoi capire dal titolo: il mining.

Devo dire che, sebbene pensassi di sapere abbastanza sull’argomento perché a novembre 2016 avevamo già valutato e forse frettolosamente scartato l’idea di fare mining a livello industriale, qualcosa di nuovo l’abbiamo appreso, tanto per dirne una l’arrivo sul mercato di apparecchiature ASIC per l’algoritmo ETHASH (quindi per minare ether).

Riccardo De Marinis di UAU Group ci ha illustrato l’architettura della loro server farm per il mining (dislocata in Islanda) e tutti i problemi che hanno dovuto affrontare (e stanno ancora affrontando perché il mining è un’attività che per essere remunerativa deve continuamente considerare diverse variabili: costo dell’energia, costo del personale, costi di struttura, costi delle macchine per fare mining, obsolescenza rapida delle macchine etc..)

A ruota l’intervento di di Marco Dal Pra, specializzato in progettazione di impianti fotovoltaici, che ha illustrato cosa bisogna considerare e come è opportuno progettare un impianto fotovoltaico sia per uso familiare che industriale.

Interessanti alcune considerazioni di come il mining può andare ad ‘assorbire’ gli eccessi di produzione, che tendenzialmente quasi tutti gli impianti realizzati hanno, rendendo quindi ancora più profittevole l’impianto già in funzione.

 

 

 

Ringraziamo quindi gli organizzatori dell’evento e rimaniamo sintonizzati per i prossimi incontri